Gaetano Lombardi

  • Vimeo Long Shadow
  • LinkedIn App Icon
  • Google+ App Icon

Sin da giovane oltre allo sport ho sempre avuto uno spiccato e vivace interesse per per la tecnologia ed in particolar modo per i sistemi di calcolo Linux, Dos, ed in seguito Windows.

Trovo dunque un grande spunto nello studio come perito elettronico specializzato nei sistemi di calcolo e in tutta la parte hardware che la circonda.

In seguito a specializzazioni sempre in ambito elettronico ed elettrotecnico concludo il processo di apprendistato presso una famosa catena di negozi di elettronica e di assistenza pc.

Oltre alle molte attivita' sportive ho sempre avuto una grande passione e curiosita' verso il mondo del cinema e degli effetti visivi, in particolar modo quella per la fotografia e dunque per l'interpretazione della luce attraverso l'obiettivo di un macchina fotografica, come anche di una cinepresa. Spingendomi sempre piu verso un mondo complesso e tecnicamente pretenzioso come quello della elaborazione elettronica del colore.

Seguo quindi le orme di quello che diverra' per me il primo ed unico maestro di questo mestiere cosi' meravigliosamente ricco e complesso nel contempo. Una figura che e' stata la prima in Europa a lavorare da pellicola ed il primo colorist a cominciare questo mestiere in Italia,

Bruno Lombardi.

 

Nel 1996 comincio a lavorare presso l'Olimpus di Milano come assistente nel processo di color grading da telecinema Ursa Gold/Diamond con supporto pellicola 35/16mm, con l'ausilio di sistemi DaVInci, per il cinema e la televisione.

 

Nel 1997 inizio a lavorare come colorist sotto la supervisione di Bruno Lombardi sperimentando vari modi di interpretare l'immagine in termini di mood pubblicitari e cinematografici, conoscendone a piu' riprese la comunicazione e le tendenze del periodo e le proposte del linguaggio visivo stesso.

Con l'innovazione del digitale e dell'alta definizione , mi sono specializzato nel processo di correzione del colore in DI, da file e da supporti digitali come Red, Canon, Sony, Phantom, Arri Alexa e ad oggi continuo con grande passione questa ricercatezza nel modo di interpretare e di trasformare una luce data, in un qualcosa che valorizzi la base di partenza o se vogliamo il "grezzo" d'origine.

© 2012 by FaCES. All rights reserved